Via Dinarica Slovenia

AVVENTURA ESCURSIONISTICA NELLE ANCOR POCO SCOPERTE ALPI DINARICHE

Vivi le prime sette tappe della Via Dinarica e scopri il motivo per il quale la Via Dinarica viene definita la miglior scoperta escursionistica d'Europa.

Le Alpi dinariche si estendono partendo al nordovest dalla Slovenia fino a raggiungere al sud il Kosovo e la Serbia. La relativamente nuova proposta del percorso Via Dinarica si snoda per sentieri di montagna ancor poco scoperti dei Balcani occidentali ed ha la fama di essere la più promettente tra le destinazioni escursionistiche d'Europa.

Vieni a conoscere questo eccezionale percorso laddove comincia, in Slovenia. L'avventura escursionistica di sette giornate per il carso dinarico sloveno, fino al confine con la Croazia, ti porta ad ammirare meravigliosi prati e foreste, i più affascinanti fenomeni e corsi d’acqua carsici che nel sottosuolo creano dei veri e propri capolavori. Le grotte carsiche e i laghi intermittenti lungo il percorso, rappresentano un incredibile fenomeno di fama mondiale. Il sentiero si snoda passando accanto ad intriganti castelli e aggraziati paeselli, fino a raggiungere vette rocciose con formidabili viste panoramiche. La natura incontaminata è sorprendentemente ricca di fauna e flora. Un mondo meraviglioso che vale la pena scoprire a piedi!

Itinerario di sette giorni:

Giorno 0: Arrivo a Postojna
Giorno 1: Postojna – Nanos – Predjama 
Giorno 2: Sv. Lovrenc – Planinska gora – Planina
Giorno 3: Planina – Rakov Škocjan – Lago di Cerknica 
Giorno 4: Slivnica – altipiano di Bloke– Lago di Bloke 
Giorno 5: Grotte di Križna jama – Valle di Lož 
Giorno 6: Podcerkev – Snežnik 
Giorno 7: Snežnik – Babno polje – Croazia  

Descrizione dettagliata del percorso: 

Giorno 0: Arrivo a Postojna

Trasferimento dall'aeroporto (Ljubljana, Trieste, Treviso, Venezia) alla città di Postojna, luogo delle famose Grotte di Postumia. Accoglienza e cena in stile rustico all'agriturismo dove si alloggerà.  

Giorno 1: Postojna – Nanos - Predjama

Il tour comincia in mattinata, in direzione del Nanos, altipiano calcareo lungo 12 km e largo 6 km, che divide la Slovenia continentale dal Litorale. Godendosi l'incredibile vista panoramica che arriva fino all'Adriatico, si raggiunge la vetta di Pleša (1240 m), dopodiché si prosegue in direzione di Predjama, dove si situa il possente castello di Predjama, al riparo di un'alta parete rocciosa. Sosta per rifocillarsi alla trattoria che offre piatti tradizionali. Tempo per visitare il Museo Stara dama con le sue collezioni venatorie e della Prima Guerra Mondiale. La sera degustazione di vini e pernottamento.

Lunghezza del percorso: 15 km

Dislivello: 862 m  

Giorno 2: Sv. Lovrenc - Planinska gora - Planina

Il tour prosegue in direzione di Planina, nei cui pressi si raggiunge la vetta dello Sv. Lovrenc con una bellissima vista sul polje di Planina. Sulla via del ritorno per sentieri boschivi sterrati e ben marcati, si fa una puntatina alle Grotte di Planina, le più lunghe grotte acquatiche slovene in cui magicamente si incontrano due fiumi, creando la maggior confluenza sotterranea d’Europa. All'entrata delle Grotte si scorgono i resti della Torre di Ravbar, castello del XIV secolo che ebbe la funzione di proteggere la celebre via dell'ambra, collegamento dell'interno del paese con i porti dell'Adriatico. Cena e pernottamento.

Lunghezza del percorso: 17 km

Dislivello: 876 m  

Giorno 3: Planina – Rakov Škocjan – Lago di Cerknica 

Il terzo giorno ci si dirige verso i resti del castello Haasberg, godendosi la passeggiata all'ombra di un viale di castagni. Si tratta del famoso viale che in passato veniva adoperato dai nobili. Fu piantato esclusivamente per garantire una piacevole ombra agli aristocratici sul tragitto dal Castello di Haasberg al Castello di Snežnik. Durante il percorso si passerà anche per il canyon di Rakov Škocjan, un vero paradiso naturale. Il Parco naturale di Rakov Škocijan, della lunghezza di 2,5 km, si estende lungo la valle del fiume Rak ed è luogo di numerose forme geologiche veramente particolari, come i ponti naturali Veliki e Mali most, scavati dal fiume. Lungo il Parco si snoda un sentiero didattico che informa i visitatori della fauna e della flora circostante, mettendo a loro disposizione tanti altri dati. Il canyon di Rakov Škocjan è strettamente legato al Lago di Cerknica, il maggior lago intermittente d'Europa, le cui misteriose acque intrigano da secoli l'immaginazione umana. Durante il periodo della piena, l'alto livello delle acque sotterranee riempie il polje di Cerknica formando il Lago. Nel periodo secco, il lago diventa un prato verde. Questo maestoso fenomeno rappresenta uno scenario ideale per numerose attività sportive (kayak, canoa, cicloturismo), ma anche per l'osservazione di oltre 200 specie di uccelli che hanno trovato dimora nel Parco naturale. Cena e pernottamento.

Lunghezza del percorso: 21 km

Dislivello: 523 m  

Giorno 4: Slivnica – altipiano di Bloke– Lago di Bloke 

Il percorso prosegue verso Slivnica, monte di 1114 m, definito dai racconti popolari dimora delle streghe, mentre i contadini locali lo incolpano di tutti i mali. Appena sotto la sua cima si nasconde la Grotta delle streghe, dove secondo le convinzioni degli abitanti locali, le streghe evocherebbero i temporali. Il sentiero che porta in vetta, miglior punto panoramico per la vista sul Lago di Cerknica, è poco impegnativo. Il tour prosegue in direzione dell'altipiano di Bloke, chiamato anche Tibet sloveno. Si tratta di un luogo completamente immerso nella natura incontaminata, attraversato il quale fluisce il torrente Bloščica con i suoi numerosi meandri, dimora della pianta carnivora Rosika. Cena e pernottamento.

Lunghezza del percorso: 26 km

Dislivello: 988 m  

Giorno 5: Grotte di Križna jama – Valle di Lož 

Dopo colazione ci si dirige verso la valle Loška dolina. Attraversando la foresta, si visiteranno le Grotte acquatiche di Križna jama, con 22 laghi sotterranei color smeraldo. La visita comprende la visita guidata del tratto asciutto delle Grotte e un giro in gommone per il primo lago sotterraneo. Oltre ai laghi, un'altra attrazione delle Grotte sono i resti del preistorico orso delle caverne ma anche numerosi altri esemplari di fauna sotterranea ancora vivente. Dopo la visita delle Grotte raggiungeremo la vetta del Križna gora, da cui le Grotte prendono il nome. Le ore pomeridiane saranno riservate al riposo. In alternativa, si potrà godere del programma culturale a Loška dolina. Cena e pernottamento.

Lunghezza del percorso: 16 km

Dislivello:469 m  

Giorno 6: Podcerkev – Snežnik 

Il tour comincia con la salita sullo Snežnik, il monte sloveno più alto al di fuori delle Alpi. Il percorso si snoda passando accanto al Castello di Snežnik, famoso per la sua storia e per il suo alto grado di conservazione. Le sue sale riccamente arredate, i mobili e i pezzi d'antiquariato (inclusa la stanza degli oggetti egizi) sono le maggiori attrazioni di questo castello risalente al XIII secolo, che mostra chiaramente il fastoso stile di vita del vecchio ceto nobile europeo mettendolo a confronto quello degli inservienti che per tutta la vita furono al servizio degli aristocratici, loro padroni. 

Il sentiero che porta in vetta allo Snežnik, si snoda attraverso una delle maggiori aree disabitate d'Europa, dimora di antiche e primordiali foreste di faggi e pini. Quest’area del paese (Snežnik-Ždrocle) fa parte del patrimonio naturale dell'UNESCO. Al termine dell'ultima era glaciale, in un periodo relativamente breve di un paio di millenni che tutt'ora è in corso, il faggio europeo si diffuse da alcune riserve remote delle Alpi, dei Carpazi, delle Alpi Dinariche, del Mediterraneo e dei Pirenei, in tutta l'Europa. Questa forte diffusione fu possibile grazie alla sua capacità di adattamento e di tolleranza in diverse condizioni climatiche, geografiche e fisiche. 

Lo Snežnik è il monte più alto del Carso sloveno, la cui vetta rimane coperta dalla neve fino a primavera inoltrata. Offre delle meravigliose viste panoramiche fino al golfo di Trieste, alle Alpi slovene, al Quarnero e all'Adriatico. Lo Snežnik è dimora di numerose specie animali, inclusi l'orso bruno, il lupo e la lince. Le escursioni di osservazione dell'orso bruno nel suo ambiente naturale sono disponibili da aprile a ottobre. Cena e pernottamento nel rifugio alpino.

Lunghezza del percorso: 36 km

Dislivello: 1907 m  

Giorno 7: Snežnik – Babno polje - Croazia

L'ultimo giorno del tour prevede la discesa dallo Snežnik fino a raggiungere Babno polje (il luogo più freddo della Slovenia). In questo modo si conclude il tour sulla parte slovena della Via Dinarica. Volendo è possibile proseguire il percorso sul suolo croato. In alternativa, verrà organizzato il tuo trasferimento all'aeroporto. 

Lunghezza del percorso: 21 km

Dislivello: 394 m  

Il programma comprende:

  • alloggio: 6 pernottamenti con prima colazione (5 pernottamenti all’agriturismo, all’ostello o al glamping, 1 pernottamento in camera condivisa in rifugio di montagna), 
  • per informazioni sui pasti vedi itinerario,
  • biglietti d’entrata per le Grotte di Planina, le Grotte di Križna jama, il Castello di Snežnik, il Museo del Lago di Cerknica, noleggio kayak e bici al Lago di Cerknica …,
  • guida turistica in lingua italiana,
  • trasferimenti durante il viaggio in MiniVan 8+1 o MiniBus 20+1 (incluso il trasferimento dall’ e all’aeroporto). 

Info

DMO Zeleni kras
Prečna ulica 1
6257 Pivka
Slovenija

T: 00386 5 7212 249
E:
www.zelenikras.si

Miglior periodo per la visita

aprile - ottobre

Specificità

per escursionisti esperti

Durata

7 giorni

Prezzo

787 € a persona (4-7 persone ) 622 € a persona (8-14 persone)

PER ULTERIORI INFORMAZIONI